A circa metà strada tra la Laguna di Venezia e le maestose Dolomiti, si trova la Strada del Prosecco e dei vini dei Colli di Conegliano e Valdobbiadene. E’ l’erede della prima via del vino nata in Italia nel 1966.

Un percorso enogastronomico, ma anche storico-artistico e della tradizione che si snoda per circa 90 chilometri lungo i colli di Valdobbiadene e Conegliano. Percorribili in auto, a piedi, in bici, alla scoperta di magici borghi, incantevoli panorami, cantine storiche, prodotti tipici e produttori. Un saliscendi che non stanca mai, ricco di sorprese  e di prospettive emozionanti ad ogni angolo.

Ecco alcuni consigli di visita durante il vostro soggiorno sulle Colline Unesco di Conegliano Valdobbiadene:

  • L’Anello del Prosecco Superiore, un itinerario naturalistico di circa 15 km che si snoda attraverso le colline, gli ordinati filari dei vigneti e i piccoli borghi di Valdobbiadene.
  • Conegliano, città natale del celebre pittore Giambattista Cima, con il  Castello, il Duomo e la cinquecentesca Sala dei Battuti, i palazzi rinascimentali . Conegliano è anche sede della Scuola Enologica più antica d’Italia e d’Europa.
  • Follina con l’ Abbazia cistercense, è uno de “I Borghi più belli d’Italia” assieme a Cison di Valmarino dominato dall’alto dall’imponente Castello dei Brandolini. Degna di nota anche la suggestiva “Via dei Mulini”.
  • La Pieve di San Pietro di Feletto, edificio romanico con i suoi affreschi tardo medievali.
  • Le Torri di Collalto, le mura e la porta principale sono quello che rimane oggi dell’antico Castello dei Conti di Collalto a Susegana.
  • Il Molinetto della Croda a Refrontolo, un angolo suggestivo della provincia che ha ispirato artisti e visitatori di ogni epoca.
  • Il caratteristico borgo di Serravalle, l’antico centro storico del comune di Vittorio Veneto, con i suoi storici palazzi signorili e il panoramico santuario di Sant’Augusta.

Scarica la mappa della Strada del Prosecco.

Per maggiori dettagli, visita la pagina della Strada.